Diagnostica per Immagini

Servizi in regime privato e convenzionato con il SSN

Risonanza magnetica osteoarticolare e della colonna vertebrale

In convenzione o in regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/05/ris-mag-copia.jpg

Che cos’è la Risonanza Magnetica?

L’Imaging a Risonanza Magnetica (MRI) o Tomografia a Risonanza Magnetica (RMT) o semplicemente RM è una tecnica di generazione di immagini, usata prevalentemente a scopi diagnostici in campo medico e basato sul principio fisico della risonanza magnetica nucleare.

L’immagine di Risonanza Magnetica (RM) si basa sul segnale derivante dai nuclei di idrogeno contenuti soprattutto nell’acqua e nei lipidi variamente distribuiti nei tessuti. La differenza tra i segnali dei diversi tessuti genera il contrasto e quindi ne consente la distinzione nella immagine.

Anche se non vengono usati raggi X per ottenere il risultato, questa modalità è normalmente considerata come facente parte del campo della radiologia, data la complessità della tecnica.

Il Centro Medico Diagnostica 53 dispone di due apparecchiature dedicate specificatamente alle articolazioni:

S-SCAN è il risultato di un’attenta analisi di tutti i fattori che concorrono a fornire un eccellente sistema articolare. S-Scan è in grado di studiare con ottima qualità di immagine ed ampio capo di vista su tutti i distretti articolari: dagli arti, alla spalla fino alla colonna. S-Scan soddisfa tutti i criteri di qualità, velocità di esecuzione ed economicità di installazione e di esercizio di un avanzato Centro Diagnostico sia pubblico che privato.


O-Scan:

O-Scan è il nuovo eccezionale sistema RM per la diagnosi delle articolazioni.
Esso offre una gamma completa di funzionalità di Imaging degli arti di alta qualità e, grazie alla forma aperta estremamente ergonomica, assicura al paziente un’esperienza ottimale.
Questa soluzione è la risposta ideale alle attuali esigenze del settore medicale: comfort del paziente, qualità, tempi di esecuzione degli esami ridotti e flusso di lavoro efficiente.


Ecografia generale e internistica

In convenzione o in regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/04/ecodoppler.jpg

Che cos’è l’Ecografia?

L’Ecografia o Ecotomografia è un sistema di indagine diagnostica medica che non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni e si basa sul principio dell’emissione di eco e della trasmissione delle Onde Ultrasonore. Questa tecnica è utilizzata abitualmente in ambito internistico, chirurgico e radiologico.

Oggi infatti tale metodica viene considerata come esame di base o di filtro rispetto a tecniche di Imaging più complesse come TAC, Imaging a Risonanza Magnetica, Angiografia.

L’ecografia è in ogni caso, operatore-dipendente, poiché vengono richieste particolari doti di manualità e spirito di osservazione oltre a cultura dell’immagine ed esperienza clinica.
Si può considerare un esame assolutamente privo di rischi e senza controindicazione alcuna.

L’impiego comune dell’esame ecografico serve per studiare numerosi organi, fra cui:
Collo: Tiroide, Paratiroidi (patologiche), Linfonodi, Vasi, Ghiandole salivari maggiori/minori, formazioni lipomatose e/o cistiche e/o solide cervicali.
Torace: Mammelle, Cavi ascellari.
Addome superiore/inferiore: Fegato e vie biliari, Pancreas, Milza, Reni, Vescica, Prostata, Utero ed annessi, Anse intestinali, linfoadenomegalie.
Parti molli: Tumefazioni solide superficiali (cisti e lipomi).
Articolazioni e Tendini: Versamenti, Tendiniti, Scollamenti tendinei.

Ecografia con mezzo di contrasto:

Il Centro Medico Diagnostica 53 è una delle poche strutture sul territorio ad eseguire l’ecografia dell’addome superiore con mezzo di contrasto.

La prestazione viene eseguita in regime privato.

PREPARAZIONE ALL’ESAME ECOGRAFICO:

ECOGRAFIA DELL’ ADDOME SUPERIORE:
Per lo studio di organi in sede addominale superiore, come Fegato e Colecisti, è richiesto il digiuno da almeno 5-6 ore per favorire la dilatazione colecistica e una dieta priva di bevande gassate e povera di scorie evitando formaggi, latticini, frutta e verdure da almeno 48 ore.

con mezzo di contrasto: 

Questo esame richiede il digiuno da almeno 12 ore.

ECOGRAFIA DELL’ ADDOME INFERIORE:
Per lo studio accurato di Utero, Annessi, Vescica e Prostata è necessario presentarsi a Vescica piena. Un’ora prima dell’esame è opportuno bere circa 1 litro d’acqua e trattenere (senza urinare).

ECOGRAFIA TRANS-RETTALE:
Per l’Ecografia Trans-rettale della Prostata si consiglia di eseguire la pulizia intestinale mediante clistere da effettuare: uno la sera del giorno prima e uno, due ore prima dell’esame.

ECOGRAFIA DEI GROSSI VASI ADDOMINALI e ECO-DOPPLERGRAFIA RENI E SURRENI:
Consente lo studio dell’Aorta nel tratto Addominale e le principali Arterie che da essa si diramano (Arterie del tripode celiaco, Arteria mesenterica superiore, Arterie renali, Arteria mesenterica inferiore).
Permette lo studio sia della morfologia che dei flussi delle Arterie renali. E’ perciò possibile studiare alcuni parametri quali il diametro, lo spessore della parete oltre alle caratteristiche morfologiche ed alla velocità. Consente inoltre, di studiare eventuali stenosi delle Arterie renali e di valutare la flussimetria renale.

Si raccomanda una particolare attenzione alle seguenti indicazioni:
– Dieta priva di scorie per i due giorni antecedenti l’esame, non è possibile assumere: frutta, verdura, pane o pasta; Si possono mangiare carni bianche, pesce, riso e patate.
– Bere molta acqua, aumentando notevolmente l’introito di liquidi per favorire l’evacuazione.
– Assumere a partire da due giorni prima dell’esame carbone vegetale (lo si trova in farmacia, erboristeria, parafarmacia) in quantità pari a 2 compresse per 3 volte al giorno.
– La mattina prima dell’esame presentarsi a digiuno da 12 ore ed è consigliabile fare un clistere di pulizia almeno un paio d’ore prima dell’appuntamento. E’ fondamentale per la buona riuscita dell’esame avere l’intestino libero.

ECOGRAFIA MUSCOLOTENDINEA: non è richiesta preparazione alcuna.
ECOGRAFIA OSTEOARTICOLARE: non è richiesta preparazione alcuna.
ECOGRAFIA AL SENO: non è richiesta preparazione alcuna.
ECOGRAFIA CUTE E SOTTOCUTE: non è richiesta preparazione alcuna.
ECOGRAFIA DEL CAPO E DEL COLLO: non è richiesta preparazione alcuna.

IMPORTANTE:

Qualora siano state fatte indagini cliniche per lo stesso quesito diagnostico si consiglia di presentare, in sede d’esame, i precedenti referti.

In tutti i casi medicinali ed acqua possono essere assunti regolarmente.

Il buon esito dell’esame dipende dalla scrupolosa osservanza delle indicazioni sopra descritte.

REFERTO:
La risposta viene consegnata al termine dell’esame.


Eco – color Doppler

In convenzione o in regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/09/ecodoppler.png

Che cos’è l’Eco-Color Doppler?

L’Eco-Color Doppler è una metodica diagnostica non invasiva che permette lo studio della parete dei vasi venosi e di quelli arteriosi.

Tramite l’effetto Color Doppler si ha anche la possibilità di determinare il flusso dei vasi studiati e quindi determinare eventuali Stenosi o Occlusioni.

L’Eco-Color Doppler permette di valutare la malattia aterosclerotica fin dalle sue fasi iniziali e di escludere la presenza di trombi lungo gli assi venosi superficiali e profondi.

L’Eco-Color Doppler viene usato anche per il monitoraggio delle varicosità al fine di determinare la terapia più adeguata sia essa medica, chirurgica o conservativa con sclerosanti.

L’Eco-Color Doppler può essere utilizzato per lo studio dei seguenti vasi:

  • Arterie carotidi
  • Arterie vertebrali
  • Arteria succlavia
  • Assi venosi giugulari profondi e superficiali
  • Assi venosi succlavio–ascellari
  • Assi arteriosi degli arti superiori
  • Assi arteriosi degli arti inferiori
  • Aorta addominale
  • Grossi vasi venosi addominali
  • Arterie degli arti inferiori
  • Vene superficiali e profonde degli arti inferiori

Radiografia toraco – scheletrica

In convenzione o in regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/05/rad-toraco.jpg

Che cos’è la Radiografia Ossea?

La Radiologia delle Ossa e dell’apparato scheletrico è la più antica applicazione dei raggi x allo studio del corpo umano.
Essa è resa possibile dalla marcata radiopacità intrinseca delle ossa, determinata dal loro elevato contenuto di calcio, elemento di numero atomico relativamente elevato che arresta in maniera selettiva e netta le radiazioni.

La Radiologia Scheletrica si svolge secondo tecniche ben consolidate all’uso che prevedono proiezioni radiografiche specifiche per i diversi componenti ossei esaminati. Tra questi i più importanti sono il Cranio, il Rachide nei suoi segmenti, le ossa degli Arti e il Bacino.
Per l’esame di ogni elemento scheletrico vige la regola basilare delle due Proiezioni Ortogonali: ciò significa che l’indagine deve essere effettuata, quando possibile, in due incidenze proiettive perpendicolari fra loro, allo scopo di ottenere una visione geometricamente completa della parte anatomica.
Le formazioni ossee più complesse, piccole o sovrapposte a strutture molto dense, possono richiedere per il loro studio incidenze particolari o ripresa di piani Tomografici.
Le alterazioni ossee evidenziabili con l’indagine radiografica sono molteplici. Fra queste ricordiamo le malformazioni scheletriche, gli esiti di traumi recenti o pregressi (fratture, lussazioni e loro reliquati), le Flogosi ossee o articolari, i Processi degenerativi o neoplastici in partenza dai diversi componenti dell’apparato Osteoarticolare.

Oltre agli esami Radiologici standard si effettuano, presso la nostra struttura e su richiesta medica anche:

  • Rx ginocchia e/o piede sotto carico

NON SI EFFETTUANO: Rx in proiezione di crescita, tratto Cervicale dinamico, RX schiena in ortostatismo e gli Outlet ascellari.

Che cos’è la Radiografia del Torace?

La Radiografia del Torace è l’indagine Radiologica di più frequente esecuzione nella pratica clinica.
Essa si basa nell’utilizzo dei raggi X in quanto radiazioni ionizzanti e ci permettono di visualizzare le strutture del torace, in particolar modo:

  • Il Polmone;
  • Il Cuore e i Vasi sanguigni del mediastino;
  • Alcune strutture scheletriche come le Coste e le Vertebre di un tratto di Colonna Vertebrale.

La Radiografia del Torace è un’indagine di rapida esecuzione, non invasiva, che sottopone il paziente ad una dose molto bassa di radiazioni e risulta eseguibile praticamente in ogni paziente e in ogni condizione clinica.

Modulistica


Radiografia dentale

In convenzione o in regime privato

Il Centro Medico Diagnostica 53 esegue i seguenti esami:

Ortopantomografia e Tac Volumetrica, sono esami a scopo diagnostico per lo studio delle strutture anatomiche del distretto Maxillo-facciale.

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/05/ortopantomografia.jpg

tac volumetrica

Che cos’è la TAC?

La TC Volumetrica Dentale Computerizzata (Cone Beam 3D) è un esame a scopo diagnostico per lo studio tridimensionale del complesso cranio-collo.
In campo odontoiatrico permette di studiare le strutture anatomiche del distretto Maxillo-facciale.


https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/04/dental-scan-1.png

Ortopantomografia

Che cos’è una Ortopantomografia?

E’ una tecnica Radiografica che produce un’immagine dei Denti, delle Arcate dentarie e delle ossa mascellari e mandibolari su un’unica pellicola.

Si esegue inoltre la Teleradiografia del cranio in latero laterale, PA e AP, carpale.

E’ disponibile inoltre il programma Pediatrico, dedicato ai più giovani, con una riduzione importante del campo radiante, evitando in tal modo di esporre al fascio diretto strutture sensibili come il cristallino.

Per il benessere del paziente Sirona ha sviluppato la teleradiografìa a scansione, in modo da ridurre fino a 0.2 secondi l’esposizione totale per una radiografia, potendo oltretutto escludere dalla radiazione primaria sia la Tiroide che l’Occipite.


Ecocardiografia o ecocolor – doppler cardiaco

Si effettua a bambini di età superiore a 10 anni
In convenzione o in Regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/05/ecocolordoppler.jpg

Che cos’è l’Ecocardiografia?

L’Ecocardiografia è una metodica diagnostica che utilizza alcuni tipi di onde sonore, chiamate ultrasuoni, per la formazione di immagini delle strutture del cuore.
Un esame Ecocardiografico permette al cardiologo di studiare l’anatomia ma anche la funzione di tutte le parti del cuore, ovvero muscolo, camere cardiache, valvole e pareti; esso viene sempre abbinato ad uno studio Doppler che permette di studiare il flusso del sangue all’interno del cuore.
Queste valutazioni possono essere sia di tipo qualitativo che quantitativo, misurando lo spessore delle pareti del cuore, le dimensioni delle sue cavità e la velocità del sangue al suo interno.


holter ecg o ecg dinamico

In regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/04/ecgholter_dinamico.jpg

Che cos’è l’Holter ECG?

L’ECG Dinamico è una metodica diagnostica utilizzata per monitorare l’attività elettrica del cuore durante un intervallo di tempo più o meno lungo, solitamente corrispondente a 24/48 ore, ma con i registratori di ultima generazione sino ad un massimo di sette giorni.
Esso prende il nome dal suo inventore, il fisico statunitense Norman J. Holter.

L’Holter Cardiaco o Elettrocardiogramma Dinamico completo secondo il suo inventore è un test non invasivo e indolore che permette di registrare 24 ore su 24 l’attività Elettrica del Cuore.

L’Holter Cardiaco è uno strumento importante nello studio di tutte le Aritmie e di sintomi quali il Cardiopalmo, le Vertigini, le perdite di coscienza. Talora, è utile anche nelle condizioni di un difettoso apporto di sangue al cuore (Ischemia) o di dolore Toracico di natura da definire.

L’holter Cardiaco si effettua attraverso un apparecchio che registra per almeno 24 ore l’attività elettrica del Cuore. Il paziente deve recarsi presso il Centro Medico Diagnostica 53 ove saranno applicati sul torace degli elettrodi collegati all’apparecchio portatile (un piccolo registratore a batteria), che il paziente indosserà per il periodo prefissato dal medico, di giorno e di notte, così da registrare in modo continuativo, e durante l’espletamento delle normali attività quotidiane, il suo elettrocardiogramma.

Al termine il paziente deve recarsi nuovamente c/o Diagnostica 53 per rimuovere gli elettrodi e consegnare l’apparecchio contenente i suoi dati che il medico analizzerà per determinare una diagnosi e studiare eventuali patologie cardiache.

Durante la registrazione dell’Holter cardiaco il paziente deve eseguire la sua attività quotidiana senza limitazioni, ponendo solo cura al fatto che le piastrine non si stacchino dalla pelle per movimenti eccessivi. Qualora si avverta un disturbo, questo può essere segnalato premendo un pulsante e memorizzato dall’apparecchio. I segnali elettrici memorizzati vengono elaborati da un apparecchio esterno quando il registratore viene staccato dal paziente.

L’esecuzione dell’Holter Cardiaco non ha controindicazioni e non è necessaria alcuna preparazione; si consiglia solo di non applicare creme ungenti sul Torace.


Densitometria ossea – Dexa (MOC)

In convenzione o in regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/08/densitometria.png

Che cos’è la Densitometria Ossea?

La Densitometria Ossea è una tecnica diagnostica detta anche Mineralometria Ossea Computerizzata (M.O.C.). E’ usata per accertare il grado di mineralizzazione delle ossa nelle malattie caratterizzate dall’Osteoporosi (alterazione delle ossa caratterizzata dalla diminuzione della quantità di tessuto osseo).

In cosa consiste?

Esistono varie tecniche per eseguire una Densitometria Ossea. Al momento, si utilizza soprattutto una tecnica chiamata DEXA, che viene eseguita con una specifica apparecchiatura a raggi X (Radiazioni).

Con la DEXA si può valutare il grado di mineralizzazione delle ossa, della Colonna Lombare, del Femore, del Polso, dell’Anca.

Come si esegue?

Il paziente si sdraia su un lettino, al di sotto del quale c’è un apparecchio che emette Radiazioni. Sul lettino vi è un altro strumento che raccoglie i segnali, che, inviati ad un computer, vengono tradotti in immagini. La Densitometria Ossea è molto più precisa di una semplice Radiografia, in quanto evidenzia alterazioni  del tessuto osseo solo quando la perdita di minerali (Osteoporosi) è ormai in fase avanzata. E’ un esame indolore e di breve durata, al termine del quale il paziente può riprendere subito gli impegni abituali.

Per questo tipo di esame non è necessaria alcuna preparazione.


Mammografia

In convenzione o in regime privato

https://www.diagnostica53.it/wp-content/uploads/2016/05/mammografia_sito.jpg

Che cos’è la Mammografia?

E’ l’esame Radiologico della Mammella.

Per eseguirla è necessario usare una macchina a raggi-X costruita appositamente per analizzare il seno e usata solo per questo scopo (Il Mammografo). L’esame standard prevede due diverse inquadrature di ciascun seno, una da sopra e l’altra di lato. Il seno viene posto tra i due “piatti” che vengono avvicinati contemporaneamente, comprimendolo. L’obiettivo è quello di appiattire la mammella: su spessori più sottili di tessuto, infatti, diventa più facile vedere qualsiasi anomalia, utilizzando una dose molto bassa di radiazioni. La pressione del seno per mezzo dei due piatti può risultare fastidiosa e talvolta dolorosa.

È utile ricordare, tuttavia, che per ottenere ciascuna prospettiva del seno ci vuole meno di un minuto e questo è sufficiente per salvare molte vite.

È opportuno eseguire l’esame appena dopo il ciclo mestruale quando il seno è meno dolente.

ESPOSIZIONE ALLE RADIAZIONI: Alcune donne sono preoccupate per i danni che possono derivare dall’esposizione alle radiazioni. A questo proposito premettiamo che le dosi di radiazioni usate per la mammografia sono molto modeste e considerate innocue. La combinazione di buoni livelli tecnologici e dell’esperienza del tecnico di radiologia rende possibile ottenere delle immagini a raggi-X di alta qualità utilizzando una dose di radiazioni molto contenuta.

LETTURA DELLA MAMMOGRAFIA: Dapprima la Mammografia viene controllata dal tecnico e successivamente letta da un medico Radiologo che verifica se sono presenti masse o deformazioni e differenze tra le due mammelle.

L’IMPORTANZA DI FARE REGOLARMENTE L’ESAME MAMMOGRAFICO: L’individuazione del tumore della mammella quando non è ancora palpabile (Diametro inferiore a 1 – 1,5 Cm) rende quasi certa la guarigione. Sempre più frequentemente i medici di fiducia raccomandano questo esame alle loro pazienti. A partire dai 40 anni è indicata l’esecuzione di un’indagine strumentale (MAMMOGRAFIA) una volta all’anno. Se, il tuo medico non ti ricorda di fare la mammografia, sarebbe opportuno che fossi tu ad iniziare la discussione su questo argomento.


Seguici su Facebook

Copyright by Diagnostica 53 2016. All rights reserved.

privacy policy cookies
Powered by Nuovi Spazi snc